Arricchimento ambientale, Conoscere il gatto, Interagire nel modo corretto

Il Trasportino

trasportino

Il trasportino è uno strumento utile per spostare in sicurezza il micio in determinate occasioni, come ad es. in caso di viaggi o per andare dal veterinario; in commercio ne esistono di tanti tipi (forme, dimensioni e materiali diversi).

E’ una buona abitudine pulirlo dopo essere stato usato fuori casa.

Non tutti i gatti hanno un buon rapporto con il trasportino.

Per abituare micio la prima cosa da fare è rendere il trasportino sempre disponibile all’interno della casa. Bisogna posizionarlo in una zona tranquilla e mettere al suo interno un cuscino o una copertina, che il gatto solitamente usa.

All’inizio micio sarà titubante e sospettoso, ma sarà un atteggiamento normale essendo abituato a vederlo solo in alcune occasioni (es. per andare dal veterinario). Provate a giocare nei pressi del trasportino ed a metterci dentro del cibo gustoso ed alcuni giochi.

Trascorsi alcuni giorni, durante i quali il gatto si sarà abituato alla sua presenza, si potrà iniziare a socchiudere leggermente lo sportello del trasportino mentre micio sarà dentro.  Lo step successivo sarà tenerlo chiuso al suo interno per qualche secondo. Fate passare qualche giorno tra uno step e l’altro per non stressare troppo il gatto.

Bisogna cercare di:

-rendere questa esperienza più piacevole possibile sia attraverso il gioco e sia attraverso dei premietti/snack gustosi

-mantenere un atteggiamento tranquillo e rilassato mentre si fanno queste attività.

Quando micio ormai si sarà abituato a stare per alcuni minuti chiuso al suo interno, potrete passare a fargli vivere la sensazione del trasporto:

– prima all’interno della casa,

– poi dopo qualche giorno fino al pianerottolo/androne del palazzo,

– poi fino alla macchina,

– step finale un giro in auto (prima per il quartiere poi man mano per una distanza sempre più lunga).

I giorni da far passare tra uno step e l’altro potranno essere variabili, dipenderà infatti dalla reazione del gatto. Abituare micio al trasportino potrebbe volerci un po’ di tempo, ma è molto importante procedere in modo graduale. Ci sono gatti più intraprendenti, altri più timorosi ed insicuri.

La cosa importante è rispettare sempre la singolarità di ogni micio.

 

(Articolo scritto per Zampa Vacanza Blog e pubblicato a Maggio 2019)
Arricchimento ambientale

Rendere la casa cat-friendly

12

La casa cat-friendly è una casa a misura di gatto, ossia “allestita” rispettando la sua etologia.

Bastano veramente poche accortezze per mettere a proprio agio il micio nel suo stesso territorio.

Le ciotole vanno solitamente posizionate in cucina. E’ molto importante mettere la ciotola del cibo (secco e umido) lontano da quella dell’acqua, questo perché in natura il gatto non ha a disposizione la fonte di acqua vicino alla preda. Fare questo spostamento invoglierà automaticamente il micio a bere di più; consiglio anche di prevedere una ciotola aggiuntiva per l’acqua da posizionare ad es in sala o in camera.

La cuccia va collocata in un posto tranquillo (per approfondire leggere l’articolo “Riposare e dormire”).

La presenza dei tiragraffi orizzontali e verticali permette al gatto di farsi le unghie in supporti adatti e vanno posizionati in punti di passaggio (per approfondire leggere l’articolo “L’importanza di fare le unghie”)

La lettiera va solitamente messa in bagno; in presenza di un giardino è sempre bene prevederne in ogni caso una all’interno della casa (per approfondire leggere l’articolo “La corretta gestione della lettiera”).

Il gatto ha bisogno di un territorio sviluppato in altezza, è importante mettergli a disposizione delle postazioni in alto, laddove non siano già presenti.

Il micio deve poter vivere l’esterno, bisogna quindi permettergli di accedere in modo autonomo a terrazzi/balconi/giardini; è vivamente consigliato mettere in sicurezza:

– balconi/terrazzi, per evitare che il gatto cercando di “catturare” un uccellino possa cadere giù

– giardini, se la casa si trova vicino a strade o altre situazioni pericolose per il micio.

 

(Articolo scritto per Zampa Vacanza Blog e pubblicato a dicembre 2018)
Arricchimento ambientale, Interagire nel modo corretto

Riposare e dormire

sonno

Riposare e dormire sono bisogni molto importanti, che vanno rispettati.

Quando un gatto riposa o dorme non va disturbato ma va lasciato tranquillo, finché non sarà lui a svegliarsi e cercare l’interazione.

Dormire ha un effetto benefico sulla mente e sul corpo, in modo particolare nei cuccioli e nei gatti anziani.

Il cucciolo con il sonno fissa nel suo cervello tutte le informazioni, che avrà “immagazzinato” durante le ore sveglie. Il cucciolo può arrivare a dormire fino a 20 ore o più al giorno, mentre un gatto adulto dorme/riposa in media circa 16-18 ore al giorno.

Il gatto dorme maggiormente nelle ore diurne, perché etologicamente il crepuscolo e la notte sono destinati alla caccia.

Micio quando dorme/riposa è vulnerabile, per questo sceglie postazioni in alto o comunque nascoste.

E’ bene mettere a sua disposizione delle cucce sopra mensole o mobili e con delle copertine con il suo odore, così facendo si permette al gatto di scegliere il posto dove si sente più sicuro.

L’abitudine a “disturbarlo” mentre riposa/dorme:

  • gli provoca nel tempo problemi fisici e psicologici (lo rende nervoso, insicuro, pauroso, mentre nel cucciolo può sviluppare iperattività o ipoattività)
  • va a minare il rapporto di fiducia verso il suo umano e verso l’ambiente in cui vive.

Prendete l’abitudine di “regalare” al gatto degli indumenti vecchi da mettere nelle cucce (meglio se questi indumenti sono stati prima indossati da voi!). Saranno dei regali molto apprezzati dal micio.

 

(Articolo scritto per Zampa Vacanza Blog e pubblicato a novembre 2018)
Arricchimento ambientale

L’importanza di fare le unghie

Immagine1

Graffiare per un gatto è un bisogno istintivo.

Quando micio graffia:

  • elimina lo strato esterno vecchio dell’unghia (curiosità: l’unghia del gatto non è come quella umana, ma è la parte finale dell’ultima falange)
  • fa ginnastica, stirando i muscoli
  • lascia il messaggio “in questa casa/territorio vivo io”.

Ha necessità di fare le unghie sia su superfici verticali che orizzontali; è bene quindi mettergli a disposizione dei supporti adatti. In commercio ci sono tanti tipi di tiragraffi, quelli semplici a colonna, quelli a forma di onda, quelli abbinati a giochi e/o cucce, palestre. Provate a dare al gatto degli scatoloni, vedrete quanto si divertirà sia a giocarci che a graffiarli!

Quando il gatto rovina mobili e divani, il più delle volte è perché o sono assenti i supporti giusti o sono posizionati in posti etologicamente non corretti; i luoghi più adatti sono:

  • nei punti di passaggio (vicino a porte/finestre),
  • dove solitamente micio va a dormire (perché è un’attività che fa appena si sveglia),
  • in salotto (il luogo dove si svolge l’attività sociale).

Se il gatto non apprezza un nuovo tiragraffi, provate a renderglielo interessante attraverso il gioco.

 

(Articolo scritto per Zampa Vacanza Blog e pubblicato ad agosto 2018)